Contatti

 

 

 

STATUTO

 

Articolo 1- Denominazione

E' costituita, ai sensi della L. 383/2000, una Associazione di Promozione sociale denominata ASSOCIAZIONE AMICI DELLA LIRICA - di seguito detta Associazione.

A decorrere dall’avvenuta istituzione del Registro unico nazionale del Terzo settore (RUNTS), e ad avvenuta iscrizione dell’Associazione nell’apposita sezione di questo, l’acronimo “APS” o l’indicazione di “associazione di promozione sociale” dovranno essere inseriti nella denominazione sociale. Dal momento dell’iscrizione nel RUNTS, la denominazione dell’Associazione diventerà quindi “Associazione Amici della Lirica di Perugia APS” oppure “Amici della Lirica di Perugia  associazione di promozione sociale”.

L’Associazione dovrà da quel momento utilizzare l’indicazione di “associazione di promozione sociale” o l’acronimo “APS” negli atti, nella corrispondenza e nelle comunicazioni al pubblico.

Fino all’istituzione del Registro unico nazionale del Terzo settore (RUNTS), l’acronimo “APS” o l’indicazione di “associazione di promozione sociale” potranno comunque essere inseriti nella denominazione sociale in quanto l’Associazione risulta iscritta al registro regionale come previsto dalla Legge 383 del 2000.

Articolo 2 - Sede

L'Associazione ha sede in Perugia, Via del Verzaro n.20.

Potranno essere istituite sedi secondarie e succursali. La variazione della sede nell'ambito del Comune non rappresenta modifica del presente statuto.

 

Articolo 3 - Scopo dell'associazione

L’Associazione è apartitica e aconfessionale, e fonda la propria attività istituzionale ed associativa sui principi costituzionali della democrazia, della partecipazione sociale e sull’attività di volontariato.

L’Associazione persegue, senza scopo di lucro, finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale, attraverso l’esercizio, in via esclusiva o principale, di una o più attività di interesse generale in favore dei propri associati, di loro familiari o di terzi.

Essa opera nell’organizzazione e gestione di attività culturali, artistiche o ricreative di interesse sociale, incluse attività, anche editoriali, di promozione e diffusione della cultura e della pratica del volontariato e delle attività di interesse generale ex art. 5, c.1 lettera i) del Codice del terzo settore

L'Associazione non ha scopo di lucro neanche in forma indiretta.

L'associazione ha lo scopo di:

Per raggiungere gli scopi suddetti l’Associazione potrà svolgere le seguenti attività

  1. contribuire contribuisce alla conoscenza del melodramma, con tutti i mezzi disponibili, in tutte le forme, in tutti i luoghi sia pubblici che privati a cominciare dalla scuola;
  2. sensibilizzare sensibilizza le Amministrazioni Pubbliche affinché i teatri umbri riaprano i palcoscenici alle esecuzioni di opere liriche;
  3. offrire offre la propria collaborazione a tutte le iniziative che verranno prese nei riguardi della lirica in tutta la regione;
  4. promuovere promuove,con l'appoggio di agenzie di viaggi, gite riservate ai soci che vorranno essere presenti alle rappresentazioni liriche più importanti nei grandi teatri italiani e stranieri e nei festival dedicati al melodramma;
  5. tenere tiene i contatti e collaborare collabora con le associazioni consorelle d'Italia e d'Europa.

Ha altresì lo scopo di:

  1. Offrire occasioni di  ascolto  e  video-ascolto  guidato  dell'immenso  patrimonio  culturale rappresentato dall'opera lirica. In particolare tale attività si rivolgerà, oltre che ai soci, ai giovani e alle scuole, alle università della terza eta, agli ospiti di case per anziani.
  2. Offrire collaborazione a  istituzioni  pubbliche (circoscrizioni,  comuni,  )  e  private (associazioni  culturali  e  ricreative)  che  organizzino  attività  culturali  rivolte  a  tutta  la cittadinanza, nell'ottica di offrire a più persone possibile occasioni di incontro, arricchimento culturale e valorizzazione del tempo libero.

Allo scopo di realizzare le finalità sociali 1'Associazione potrà:

  • Programmare incontri nella propria sede e in altre sedi per presentare, illustrare e ascoltare opere liriche;
  • Organizzare incontri con personalità del mondo musicale, esperti musicologi, persone che abbiano avuto rapporti significativi con gli artisti o con gli artisti stessi;
  • Organizzare la partecipazione a spettacoli lirici di buon livello in Italia e all'estero.

Articolo 4 - Durata

La durata dell'Associazione è fissata a tempo indeterminato.

 

Articolo 5 - Risorse economiche

Le associazioni di promozione sociale traggono le risorse economiche per il funzionamento e per lo svolgimento delle attività da:

  1. quote annuali e contributi straordinari degli associati;
  2. eredita, donazioni e legati;
  3. contributi dello Stato, delle regioni, di enti locali, di enti o di istituzioni pubbliche, anche finalizzati al sostegno di specifici e documentati programmi realizzati nell'ambito dei fini statutari;
  4. contributi dell'Unione Europea e di organismi internazionali;
  5. entrate derivanti da prestazioni di servizi convenzionati;
  6. proventi delle cessioni di beni e servizi agli associati e a terzi, anche attraverso lo svolgimento di attività economiche di natura commerciale, artigianale o agricola, svolte in maniera ausiliaria e sussidiaria e comunque finalizzate al raggiungimento degli obiettivi istituzionali;
  7. erogazioni liberali degli associati e dei terzi;
  8. entrate derivanti da iniziative promozionali finalizzate al proprio finanziamento, quali feste e sottoscrizioni anche a premi;
  9. altre entrate compatibili con le finalità sociali dell'associazionismo di promozione sociale.

Il patrimonio dell’Associazione è utilizzato per lo svolgimento dell’attività statutaria ai fini dell’esclusivo perseguimento di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale.

È vietata la distribuzione, anche indiretta, di utili ed avanzi di gestione, fondi e riserve comunque denominate a fondatori, associati, lavoratori e collaboratori, Consiglieri ed altri componenti degli organi sociali, anche nel caso di recesso o di ogni altra ipotesi di scioglimento individuale del rapporto associativo.

I fondi sono depositati presso l'istituto di credito stabilito dal consiglio direttivo.

Il patrimonio residuo, in caso di scioglimento, cessazione o estinzione, dopo la liquidazione, dovrà essere devoluto a fini di utilità sociale.

 

            SOCI

 

Articolo 6 - Iscrizione

Possono far parte dell'Associazione tutti coloro i quali, persone fisiche, le società, associazioni ed enti (per mezzo dei rappresentanti legali) che risultino in possesso dei seguenti requisiti:

  1. condividere gli scopi e la finalità dell'Associazione;
  2. accettare lo Statuto e il Regolamento interno;
  3. prestare la propria opera per sostenere attività dell'Associazione.

Per ottenere la qualifica di socio ogni aspirante dovrà presentare domanda al Consiglio Direttivo dell'Associazione in base alla modulistica predisposta dall'Associazione nella quale verranno richiesti: nome e cognome, o denominazione in caso diverso dalle persone fisiche, luogo e data di nascita, residenza e quant'altro eventualmente necessario in base a disposizioni normative specifiche; dichiarazione di accettazione dello Statuto ed impegno ad attenersi alle clausole ivi contenute nonché alle deliberazioni degli organi sociali.

 

E' compito del Consiglio Direttivo deliberare sull'ammissione dei soci entro trenta giorni dalla presentazione della domanda. In caso di non ammissione l'interessato potrà presentare ricorso, entro i successivi trenta giorni, all'Assemblea ordinaria la quale, nella sua successiva seduta si pronuncerà in modo definitivo.

L'adesione non comporta obblighi di finanziamento o di esborso ulteriori rispetto al versamento originario e ai versamenti delle quote annue di iscrizione. E' comunque facoltà dei soci di effettuare versamenti ulteriori rispetto ai precedenti.

Il versamento non crea altri diritti di partecipazione e, segnatamente, non crea quote indivise di partecipazione trasmissibili a terzi, ne per successione a titolo particolare ne per successione a titolo universale.

I versamenti non sono rivalutabili ne ripetibili in nessun caso e, pertanto, non può farsi luogo alla richiesta di rimborso di quanto versato all'Associazione nemmeno in caso di scioglimento dell'Associazione ne in caso di morte, estinzione, di recesso o di esclusione dall'Associazione.

L'Associazione si avvale prevalentemente delle attività prestate in forma volontaria, libera e gratuita dai propri associati per il perseguimento dei fini istituzionali. L'Associazione può assumere, in caso di necessita, lavoratori dipendenti o avvalersi di prestazioni di lavoro autonomo, anche ricorrendo ai propri associati.

Articolo 7 - Diritti e doveri dei soci

L'adesione all'Associazione comporta per l'associato maggiore di età, in regola con il versamento delle quote associative, il diritto di partecipare alla gestione dell'Associazione attraverso l'esercizio del diritto di voto nell'Assemblea per l'approvazione e le modifiche dello statuto e dei regolamenti nonché per la nomina degli organi direttivi.

Tra i soci vige una disciplina uniforme del rapporto associativo e delle modalità associative ed a   tutti spetta l'elettorato attivo e passivo. E' espressamente esclusa ogni limitazione in funzione della partecipazione alla vita associativa. La partecipazione avviene a tempo indeterminato ed espressamente esclusa la temporaneità della vita associativa, fermo restando in ogni caso il diritto al recesso e le circostanze di cui al successivo articolo 8.

Il socio ha diritto ad esaminare i libri sociali. Al fine di esercitare tale diritto, l’associato deve presentare espressa domanda di presa di visione al Consiglio Direttivo, il quale provvede entro il termine massimo dei 15 (quindici) giorni successivi. La presa di visione è esercitata presso la sede dell’Associazione alla presenza di persona indicata dal Consiglio Direttivo.

Il socio è tenuto a:

- corrispondere la quota di iscrizione annuale e le eventuali quote suppletive nei termini fissati dal Consiglio Direttivo;

- all'osservanza dello Statuto nonché delle delibere assembleari e del Consiglio Direttivo;

I soci  hanno diritto di frequentare i locali sociali, di servirsi delle strutture gestite dall'Associazione negli orari stabiliti, di partecipare alle attività culturali, formative, alle manifestazioni promosse dall'Associazione e hanno diritto ad essere assistiti da personale specializzato nell'ambito delle medesime attività e di proporre nuovi soci.

 

Articolo 8 - Perdita della qualità di socio

La qualifica di Socio si perde per morte, dimissioni volontarie, morosità e per esclusione decretata dal Consiglio Direttivo, nel caso in cui l'associato perda i requisiti di ammissione ovvero assuma comportamenti o iniziative in contrasto con le finalità dell'Associazione o tali da lederne l'onorabilità, il decoro ed il buon nome ovvero in caso di ripetute violazioni delle norme dello Statuto nonché di quanto disposto dal Consiglio direttivo per il corretto raggiungimento dei fini sociali.

Le dimissioni vanno comunicate all'Associazione ed hanno efficacia dal mese successivo a quello in cui il Consiglio Direttivo riceve la comunicazione della volontà di recedere.

La morosità verrà stabilita dal Consiglio nei confronti di quei Soci che risultino inadempienti al versamento della quota associativa annuale o di ingresso.

I soci oggetto del provvedimento di perdita dello status di socio devono ricorrere contro il provvedimento,  entro  i  successivi  trenta giorni,  all'Assemblea ordinaria la quale, nella successiva seduta, si pronuncerà in modo definitivo.

 

Articolo 8 bis - Dei volontari e dell’attività di volontariato

I volontari sono persone fisiche che condividono le finalità dell’Associazione e che, per libera scelta, prestano la propria attività tramite essa in modo personale, spontaneo e gratuito, senza fini di lucro, neanche indiretti ed esclusivamente per fini di solidarietà.

L’Associazione deve iscrivere in un apposito registro i volontari, associati o non associati, che svolgono la loro attività in modo non occasionale.

L’Associazione deve inoltre assicurare i propri volontari contro gli infortuni e le malattie connessi allo svolgimento dell’attività di volontariato, nonché per la responsabilità civile verso terzi.

L’attività del volontario non può essere retribuita in alcun modo nemmeno dal beneficiario. Al volontario possono essere rimborsate le spese effettivamente sostenute e analiticamente documentate per l’attività prestata, previa autorizzazione ed entro i limiti stabiliti dal Consiglio Direttivo.

La qualità di volontario è incompatibile con qualsiasi forma di rapporto di lavoro subordinato o autonomo e con ogni altro rapporto di lavoro retribuito con l’ente di cui il volontario è associato o tramite il quale svolge la propria attività volontaria.

L’Associazione svolge la propria attività di interesse generale avvalendosi in modo prevalente dell’attività di volontariato dei propri associati o delle persone aderenti agli enti associati.  

L’Associazione può assumere lavoratori dipendenti, o avvalersi di prestazioni di lavoro autonomo o di altra natura, anche dei propri associati, solo quando ciò sia necessario ai fini dello svolgimento dell’attività di interesse generale e al perseguimento delle finalità. In ogni caso, il numero dei lavoratori impiegati nell’attività non può essere superiore al 50% (cinquanta per cento) del numero dei volontari o al 5% (cinque per cento) del numero degli associati.

 

Articolo 9 - Organi dell'Associazione

Sono organi dell'Associazione:

  1. a) L'Assemblea dei soci
  2. b) Il Consiglio Direttivo
  3. c) Il Presidente del Consiglio Direttivo

Ai componenti degli organi sociali, non può essere attribuito alcun compenso, salvo il rimborso delle spese effettivamente sostenute e documentate per l’attività prestata ai fini dello svolgimento della funzione.

           

ASSEMBLEA

Articolo 10 - Composizione

L'Assemblea, ordinaria e straordinaria, è l'organo deliberativo dell'associazione.

All'assemblea, ordinaria e straordinaria, hanno diritto di intervenire tutti gli associati in regola con il pagamento della quota associativa.

L'assemblea rappresenta l'universalità dei soci e le sue deliberazioni, prese in conformità allo statuto, obbligano tutti i soci.

Articolo 11 – Competenza

L'Assemblea ordinaria delibera:

  • sull'approvazione del bilancio consuntivo e preventivo dell'associazione;
  • sulla nomina del Consiglio Direttivo;
  • sugli indirizzi  e  direttive  generali  dell'attività dell'Associazione e su quanto  altro demandato per legge o per Statuto nonché sottoposto dal Consiglio Direttivo;
  • sull'eventuale Regolamento che disciplina lo svolgimento dell'attività dell'associazione;
  • approvare l’eventuale bilancio sociale, predisposto dal Consiglio Direttivo.

L’assemblea straordinaria delibera sulle modificazioni dell'atto costitutivo e dello Statuto; sull'eventuale scioglimento dell'Associazione.

 

Articolo 12 - Convocazione

L'Assemblea si riunisce almeno una volta all'anno, entro il 31 marzo, (centoventi giorni dalla chiusura dell’esercizio)  per l'approvazione del bilancio consuntivo e del bilancio preventivo.

L'Assemblea ordinaria e straordinaria a convocata dal Presidente del Consiglio Direttivo almeno una volta all'anno per l'approvazione del bilancio ed ogni qualvolta lo ritenga opportune oppure ne sia fatta richiesta motivata al Consiglio da almeno 1/10 (un decimo) degli           aderenti in regola con il pagamento delle quote sociali o da almeno 1/3 (un terzo) dei consiglieri, mediante affissione dell'avviso di convocazione, almeno otto giorni prima di quello fissato per la riunione, in forma scritta (lettera ordinaria o lettera raccomandata o e-mail o altro mezzo che il Consiglio Direttivo riterrà opportune) indirizzata a ciascun associate risultante dal Registro degli Aderenti, spedita almeno otto giorni prima dell'assemblea. Nell'avviso di convocazione verranno indicati il luogo, la data e l'ora in cui si terra l'assemblea stessa, sia in prima che in seconda convocazione, nonché l'elenco delle materie da trattare (ordine del giorno).

L'Assemblea può riunirsi anche in un luogo diverso dalla sede sociale, purché in Italia.


Articolo 13 - Costituzione e deliberazioni

Per la validità delle delibere assembleari, si fa pieno riferimento all'art. 21 C.C. e seguenti modifiche

L'assemblea ordinaria sarà regolarmente costituita con la presenza della meta più uno degli associati; in seconda convocazione, da tenersi almeno con un giorno di distanza dalla prima, la delibera e valida qualunque sia il numero degli intervenuti. Nelle deliberazioni di approvazione del bilancio ed in quelle che riguardano la loro responsabilità gli amministratori non hanno voce.

L'assemblea straordinaria sarà regolarmente costituita, in prima convocazione, con la presenza di almeno i 3/4 (tre quarti) degli associati ed il voto favorevole della maggioranza dei presenti; in seconda convocazione, sarà necessaria la presenza di almeno 1/4 (un quarto) degli iscritti, salvo quanto previsto in caso di scioglimento. Le maggioranze vengono calcolate sulla base degli associati presenti; le votazioni avvengono secondo il principio del voto singolo di cui all'art.2352 c.c..

L'Assemblea ordinaria e straordinaria, sia in prima che in seconda convocazione, delibera a maggioranza dei presenti; per deliberare lo scioglimento dell'associazione e la devoluzione del patrimonio, occorre il voto favorevole di almeno 3/4 (tre quarti) degli associati.

 

Articolo 14 - Svolgimento e verbalizzazione

L'Assemblea a presieduta dal Presidente del Consiglio Direttivo ed, in mancanza, dal Vice Presidente. In assenza di tutti i membri del Consiglio, l'Assemblea nomina il proprio Presidente.

Il Presidente dell'Assemblea nomina, all'inizio di ogni sessione, un Segretario che provvede alla redazione del verbale. Spetta al Presidente dell'Assemblea constatare la regolarità delle deleghe ed, in generale, il diritto di intervenire all'Assemblea.

Il verbale redatto in occasione di ciascuna assemblea verrà firmato dal Presidente, dal Segretario ed eventualmente dagli scrutatori, nominati dal segretario in caso di votazioni.

Le votazioni possono avvenire per alzata di mane o a scrutinio segreto quando ne sia fatta richiesta da almeno un decimo dei presenti. Per l'elezione delle cariche la votazione avviene a scrutinio segreto.

 

            CONSIGLIO DIRETTIVO

Articolo 15 - Nomina e composizione

L'Associazione è amministrata da un Consiglio Direttivo, composto da almeno due consiglieri fino ad un massimo di undici, eletti dall'Assemblea dei Soci.

Il primo Consiglio Direttivo viene nominate nell'atto costitutivo.

Il Consiglio rimane in carica per tre anni; i consiglieri sono rieleggibili.

In case di dimissioni o decesso di un Consigliere, il Consiglio provvede alla sostituzione per cooptazione; i consiglieri cosi eletti rimangono in carica fine alla successive assemblea che può ratificare la nomina.

Il Consiglio nomina, al proprio interno nella prima seduta, un Presidente, un Vice Presidente, un Tesoriere, un Segretario. Il Consiglio può delegare particolari attribuzioni, o il compimento di atti particolari, specificatamente determinati, ad uno o più Consiglieri.

Qualora il Consiglio risulti composto di due consiglieri, i compiti di segretario e tesoriere verranno svolti dal Vice-presidente.

 

Articolo 16 – Competenza

Il Consiglio Direttivo a investito di ogni potere per decidere sulle iniziative da assumere e sui criteri da seguire per il conseguimento e l'attuazione degli scopi dell'associazione e per la sua direzione ed amministrazione ordinaria e straordinaria.

In particolare il Consiglio:

  1. fissa le direttive per l'attuazione dei compiti statutari, ne stabilisce le modalità, le responsabilità di esecuzione e controlla l'esecuzione stessa;
  2. nomina al suo interno il Presidente, il Vice Presidente, il segretario ed il tesoriere;
  3. decide sugli investimenti patrimoniali;
  4. stabilisce l'importo delle quote annue di associazione;
  5. delibera sull'ammissione ed esclusione dei soci;
  6. decide sulle attività e sulle iniziative dell'associazione;
  7. approva i progetti di bilancio preventivo e consuntivo da presentare all'assemblea dei soci, corredandoli di idonee relazioni;
  8. stabilisce le prestazioni di servizi ai soci ed ai terzi e le relative modalità di svolgimento;
  9. nomina e revoca dirigenti, collaboratori, consulenti, dipendenti ed emana ogni provvedimento riguardante il personale in genere;
  10. conferisce e revoca procure;
  11. compila l'eventuale regolamento interno, per il mero funzionamento dell'Associazione, la cui approvazione è rimessa all'Assemblea e la cui osservanza e obbligatoria per tutti gli associati;
  12. redige l’eventuale bilancio sociale, da sottoporre all’approvazione dell’assemblea.

 

Articolo 17 - Convocazione e deliberazioni

Il Consiglio si riunisce tutte le volte che il Presidente lo ritenga necessario oppure quando ne sia fatta richiesta da almeno 2/3 (due terzi) dei membri e comunque almeno una volta ogni tre mesi.

La convocazione avverrà nelle forme che il Consiglio Direttivo riterrà opportuno rispettando nei casi ordinari un preavviso di almeno otto giorni; in caso di urgenza potrà essere convocato anche telefonicamente.

Per la validità delle deliberazioni, occorre la presenza effettiva di almeno 2/3 (due terzi) dei consiglieri e il voto favorevole della maggioranza dei presenti. In caso di parità prevale il voto di chi presiede. Il Consiglio è presieduto dal Presidente, ed in sua assenza, dal Vice Presidente.

 

Articolo 18 - Presidente

Al  Presidente  dell'Associazione  spetta  il  potere  di  firma e  la rappresentanza  legale dell'Associazione stessa di fronte ai terzi anche in giudizio. Su deliberazione del Consiglio Direttivo, il Presidente può attribuire la rappresentanza dell'Associazione anche ad un altro Consigliere.

Il Presidente convoca a presiede l'Assemblea e il Consiglio Direttivo, ne cura l'esecuzione delle relative deliberazioni, sorveglia il buon andamento amministrativo dell'Associazione, verifica l'osservanza dello statuto e dei regolamenti, ne promuove la riforma ove se ne presenti la necessità.

 

Articolo 19 - Il Vice Presidente

Il Vice Presidente sostituisce il Presidente in ogni sua attribuzione ogni qualvolta questi sia impedito all'esercizio delle proprie funzioni. Il solo intervento del Vice Presidente per i terzi prova dell'impedimento del Presidente.

 

Articolo 20- Il Segretario del Consiglio Direttivo

Il Segretario svolge la funzione di verbalizzazione delle adunanze dell'Assemblea e del

Consiglio Direttivo e coadiuva il Presidente ed il Consiglio Direttivo nello svolgimento delle attività amministrative che si rendano necessarie o opportune per il funzionamento dell'amministrazione dell'Associazione.

Il Segretario cura la tenuta del libro verbali delle Assemblee e del Consiglio Direttivo

 

Articolo 21 - Il Tesoriere

Il Tesoriere cura la gestione delle cassa dell'Associazione provvedendo alla tenuta delle scritture contabili - anche con l'ausilio di consulenti - effettua le relative verifiche, controlla la tenuta dei libri contabili, predispone, dal punto di vista contabile, il bilancio consuntivo e quello preventivo, corredati di opportune relazioni contabili.

 

Articolo 22 - Libri dell'Associazione

Oltre alla tenuta dei libri prescritti per legge, l'Associazione provvede alla tenuta di:

  • libro dei verbali delle adunanze e delle deliberazioni dell'Assemblea;
  • libro dei verbali delle adunanze e delle deliberazioni del Consiglio Direttivo;
  • libro degli aderenti all'Associazione.
  • Registro dei volontari

 

BILANCIO

Articolo 23 - Bilancio consuntivo e preventivo ed esercizi sociali

L'esercizio sociale si chiude il 31 dicembre di ogni anno.

Il primo esercizio si chiude 11 31 dicembre 2010.

Entro il 31 marzo di ciascun anno il Consiglio Direttivo è convocato per la predisposizione del bilancio consuntivo dell'esercizio precedente e del bilancio preventivo per l'esercizio in corso da sottoporre all'Assemblea che delibera con le maggioranze previste per l'assembla ordinaria.

I bilanci devono restare depositati presso la sede dell'Associazione nei 15 (quindici) giorni che precedono l'Assemblea convocata per la loro approvazione a disposizione di tutti coloro che abbiano motivato interesse alla loro lettura.

 

Articolo 24 - Avanzi di gestione

All'Associazione e vietato distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione comunque denominati, nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell'Associazione stessa, a meno che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge.

L'Associazione ha obbligo di impiegare gli utili o gli avanzi di gestione per la realizzazione delle attività istituzionali e di quelle ad esse direttamente connesse.

 

Articolo 25 - Scioglimento

Lo   scioglimento  dell'Associazione   e  la  devoluzione  del  patrimonio  sono  deliberati dall'Assemblea, con le maggioranze di cui all'art. 13 comma 5; se necessario, l'Assemblea provvede alla nomina di uno o più liquidatori, anche non soci, determinandone gli eventuali compensi.

In caso di scioglimento, per qualunque causa, l'Associazione ha l'obbligo di devolvere il suo patrimonio a fini di pubblica utilità ad altra associazione che per legge, statuto o regolamento perseguano finalità conformi ai fini istituzionali dell'Associazione,  il quale verrà devoluto, previo parere positivo dell’Ufficio di cui all’art.45, c.1, del Codice del Terzo settore e salvo diversa destinazione imposta dalla legge sentito l'organismo di controllo di cui all'art. 3, comma 190, della L. 23/12/1996, salvo diversa destinazione imposta          dalla legge.

 

Articolo 26 - Legge applicabile

Per tutto quanto non espressamente previsto dal presente Statuto, si deve far riferimento alle disposizioni legislative, nazionali e regionali, vigenti in materia.

 

 


 


Circolare 3 aprile 2021

ATTIVITÀ 2020

In rosso le attività programmate e non attuate causa pandemia

GLI INCONTRI DELLA LIRICA

 

Con il patrocinio del

250°ANNIVERSARIO DALLA NASCITA DI LUDWIG VAN BEETHOVEN

      sabato 3 ottobre 2020, ore 16,30

Sala dei Notari Palazzo dei Priori

«E gli uomini salirono verso la luce»: il Fidelio di Beethoven

conversazione con esempi musicali a cura di

Alberto Batisti

 

ATTIVITÀ MUSICALE ORGANIZZATA DALL’ASSOCIAZIONE

 

POMERIGGIO MUSICALE

Alessandro Zucchetti (chitarra) e Mauro Businelli (violoncello)

eseguono celebri brani di opera

25 gennaio 2020 dalle ore 18,00 Ristorante La Rosetta

 

SPETTACOLI E MUSICA A TEATRO

  • Firenze - Nuovo teatro dell’Opera

19 gennaio Risurrezione di Alfano

  • Roma – Auditorium – 8 febbraio - Tan Dun: Buddha Passion
  • Firenze - Nuovo teatro dell’Opera

23 febbraio – Don Pasquale di Donizetti

  • Genova – Teatro Carlo Felice –

            20 marzo – Un ballo in maschera di Verdi

  • Firenze - Nuovo teatro dell’Opera
  • 29 marzo – Rinaldo di Händel
  • 13 settembre - Rinaldo di Händel
  • 27 settembre - La rondine di Puccini
  • 10 ottobre - Nabucco di Verdi
  • 25 ottobre – Il barbiere di Siviglia di Rossini
  • 15 novembre – Madama Butterfly di Puccini
  • 6 dicembre – Otello di Verdi
  • 27 dicembre - Linda di Chamounix di Donizetti

 

I POMERIGGI DELLA LIRICA nella sede dell’associazione

 

  1. 22 gennaio – Les contes d’Hoffmann di Offenbach a cura di Lucia Mencaroni
  2. 30 gennaio – “Aquagranda”: come nasce un’opera dalla commissione alla messa in scena

            a cura di G. Festuccia

  1. 14 febbraio – Il gallo d’oro di Rimskij-Korsakov a cura di Giuliano Festuccia
  2. 19 febbraio – Don Pasquale di Gaetano Donizetti            a  cura di Manfredo Retti
  3. 25 febbraio – Quasi una matinée: Le convenienze e le inconvenienze teatrali di Donizetti

            a cura di Marco Fiorucci

  1. 4 novembre - In memoria di…presentazione delle prove del Requiem di Gabriel Fauré, condotte dal maestro Sergiu Celibidache, con successivo videoascolto  a cura di Angela Margaritelli
  2. 18 novembre - per il ciclo “L’opera dopo Puccini“Cardillac” (1926) di Paul Hindemith a cura di Giuliano Festuccia
  3. 3 dicembre – per il cicloUn salto fuori porta: escursioni in territori della lirica poco frequentati dal pubblico italiano”: Hans Heiling di Heinrich Marchener a cura di Giuliano Festuccia

ATTIVITÀ NEL TERRITORIO

  • Università della terza età di Perugia, sede di Ponte San Giovanni

La lirica in Italia e in Europa a cavallo di due secoli: ‘800/’900

10 gennaio - La fanciulla del West (1910) di Puccini                                      

24 gennaio - Il gallo d’oro (1909) di Rimskij-Korsakov

7 febbraio - Eugenio Onegin (1879) di Cajkovskij                                          

21 febbraio - Pagliacci (1892) di Leoncavallo                                                 

6 marzo – Iolanta (1892) di Cajkovskij

20 marzo - La dama di picche (1890) di Cajkovskij

3 aprile - L’Arlesiana (1897) di Cilea

17 aprile - L’amico Fritz (1891) di Mascagni

8 maggio - Il principe Igor (1890) di Borodin

22 maggio - La bohème (1896) di Puccini                                                      

  • Castiglione del Lago - Università popolare e della terza età

Tre opere di Vincenzo Bellini

7 aprile - La Sonnambula

14 aprile – Norma

28 aprile – I Puritani

  • Todi Unitré “Giuseppe Orsini”

L’opera francese dell’ultimo Ottocento

6 marzo – Manon di Massenet

30 aprile – Samson et Dalila di Saint-Saens

  • Libera Università di Città della Pieve

La lirica in Italia e in Europa a cavallo di due secoli: ‘800/’900

Rinviate a ottobre - novembre le lezioni che dovevano tenersi dal 20 aprile al 25 maggio

19 ottobre - Cavalleria Rusticana

26 ottobre - Gianni Schicchi di Puccini

9 novembre - Il Gallo d'oro di Rimskij-Korsakov

16 novembre - La Bohème di Puccini 

23  novembre La Rondine di Puccini  

30 novembre Manon di Massenet

  • Unitré di Marsciano

I fiori nell’opera

16 gennaio – L’Africana di Meyerbeer

23 gennaio – Lakmé di Delibes

30 gennaio – Carmen di Bizet

COLLABORAZIONI CON ISTITUZIONI E ASSOCIAZIONI

Associazione “Futuro insieme” Biblioteca del Centro Culturale di Montebello

Il canto del gioco e del sorriso

21 gennaio - Il conte Ory di Rossini

31 marzo – Falstaff di Verdi

APERTURA DELLA SEDE

La sede è rimasta aperta mercoledì e venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.00 in tutti i periodi in cui era consentito.

 

       ASSOCIAZIONE AMICI DELLA LIRICA PERUGIA

06123 PERUGIA – via del Verzaro, 20 – Tel. e Fax 0755725257 – e-mail: amicidellaliricaperugia@gmail.com

www.amicidellaliricaperugia.it

 

Per dare forza all’Associazione

ISCRIVETEVI e FATE ISCRIVERE I VOSTRI AMICI

Quote associative: annuali € 30; soci sostenitori: a partire da € 50; soci benemeriti: a partire da € 100;

giovani al di sotto di 30 anni € 15.

- con bollettino di c.c.p. 16843062 intestato a Associazione Amici della Lirica

  • con bonifico all’agenzia Unicredit di corso Vannucci - Codice IBAN: IT 22 J 02008 03027 000029471127

[chi usa questa modalità è pregato di inviarci via fax copia del bonifico, con i dati necessari per attivare l’iscrizione: indirizzo postale, numeri di telefono, eventuale indirizzo di posta elettronica]

- presso Grifoviaggi, via Marconi 51

  • presso la sede dell’Associazione mercoledì e venerdì dalle 10 alle 12

 

 

Associazione Promozione Sociale

  

Circolare 5 - giugno 2021

 

Perugia 4 giugno 2021

   

Cari amici,

           al momento di salutarci in vista delle vacanze estive con la speranza di incontrarci finalmente alla ripresa autunnale nelle condizioni di sicurezza derivanti dalla vaccinazione, facciamo il gioco del”mezzo bicchiere pieno”, cercando di esaminare con attenzione che cosa è accaduto di nuovo nel campo della produzione di spettacoli operistici in assenza di pubblico. Forse la novità maggiore è rappresentata da spettacoli realizzati in forma di film (non, quindi, spettacoli teatrali filmati). Ve ne elenchiamo alcuni, che potremmo rivedere insieme per discuterne, come abbiamo fatto tante volte tornando da teatro.

È possibile vederli/ rivederli:

Ø  sul sito Musica e Teatro - Opera – RaiPlay

  • dal Teatro Comunale di Bologna - Adriana Lecouvreur. Direttore Asher Fisch. Progetto registico declinato nella versione film-opera di Rosetta Cucchi
  • dal Teatro dell’Opera di Roma - Il barbiere di Siviglia di Rossini e La Traviata di Verdi.

 Direttore Daniele Gatti. Regia teatrale e televisiva Mario Martone

  • dal Circo Massimo di Roma - Rigoletto di Verdi -Direttore D. Gatti. Regia Damiano Michieletto
  • su Youtube
  • dal Teatro alla Scala - Salomedi R. Strauss - Direttore:  Chailly. Regia Damiano Michieletto
  • Dal Teatro Massimo di Palermo - Il Crepuscolo dei Sogni (interessante programma di sala scaricabile)

 

LIRICA A TEATRO

Non ci sono state adesioni sufficienti per organizzare un’uscita per gli spettacoli di Firenze e Pesaro segnalati nell’ultima circolare.

            Restiamo in attesa di comunicazioni da Firenze in relazione alle cinque opere dell’abbonamento sospese (Madama Butterfly - Otello - Linda di Chamounix - Rigoletto - Così fan tutte). Raccomandiamo agli abbonati di conservare con cura i biglietti; il costo dei viaggi è già stato pagato. Nel  2020 il Rinaldo sospeso a marzo è stato messo in scena a settembre; speriamo che accada lo stesso anche quest’anno. 

            Il primo spettacolo cui sarà possibile assistere dal vivo dovrebbe essere il Barbiere di Siviglia al Frontone: vi alleghiamo in coda alla circolare la lettera inviataci dal Coro Lirico dell’Umbria e vi invieremo anche in seguito tutte le notizie che ci perverranno.

 

AGGIORNAMENTO DELLA STORIA DELL’ASSOCIAZIONE

 Prosegue il lavoro di aggiornamento della storia dell’associazione, deliberato nel consiglio direttivo del giorno 23 ottobre 2019. Ci fa piacere che numerosi soci abbiano risposto all’invito di dare un loro contributo a questa storia e invitiamo ancora ad inviare i vostri scritti.

 

ATTIVITÀ IN SEDE

Abbiamo completato la creazione in formato Excel dello schedario dei DVD e dei soci; c’è ancora molto da fare e contiamo di riprendere il lavoro dopo la chiusura estiva.

Nel mese di giugno la sede rimarrà aperta solo il mercoledì dalle 10 alle 12: i soci potranno accedervi, con la mascherina, per il rinnovo dell’iscrizione e per prendere i bollini UNCALM, che sono finalmente arrivati. Chi lo desidera potrà anche prendere la nuova tessera, con il logo Associazione di Promozione Sociale.

 

 

CINQUE PER MILLE

 Come tutti gli anni in questo periodo, rinnoviamo l’invito a indicare, nella dichiarazione dei redditi, l’Associazione come destinataria del 5‰, a “sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale”, scrivendo il codice fiscale

94009150544

Il vostro contributo è particolarmente importante in un periodo in cui sono venute meno tutte le attività che confluiscono nel nostro bilancio, ad eccezione delle quote associative.

 

RINNOVO ISCRIZIONE

 Alla fine di maggio abbiamo registrato il versamento di 86 quote associative per il 2021, 3 di nuovi iscritti (nel 2020 gli iscritti erano 105): ci sembra una prova di fiducia importante, visto che le nostre attività in presenza sono ferme da tempo. Alleghiamo a questa circolare il bollettino di conto corrente per chi volesse usare questo mezzo per rinnovare l’iscrizione o iscriversi per la prima volta.

Un grazie particolare a chi ha versato una quota da sostenitore o benemerito.

Con la speranza di poter riprendere gli incontri e le attività in presenza alla fine dell’estate vi auguriamo buone vacanze e vi inviamo i più cordiali saluti

 

Per il Consiglio Direttivo la Presidente

Carla Mantovani

  Lettera del Coro Lirico dell’Umbria

 Agli Amici di Grande Lirica Perugia - Agli Appassionati dell’Opera - A tutto il pubblico perugino

Finalmente la bella notizia!

Il Comune di Perugia e l'impresa Lirico Teatrale SOLTI di Ermanno Fasano con l’Associazione del Coro Lirico dell'Umbria, promotori del progetto operistico cittadino Grande Lirica Perugia giunto ormai al quarto anno della sua fortunata programmazione (MADAMA BUTTERFLY nel 2018, RIGOLETTO e LA TRAVIATA nel 2019, TOSCA nel 2020), sono lieti di annunciare al Gentile Pubblico della nostra città la decisione di mettere in scena nell'estate 2021 i seguenti spettacoli operistici:

 26 luglio GRAN GALA LIRICO in onore di Antonietta Stella

27 luglio IL BARBIERE DI SIVIGLIA di Giochino Rossini

Entrambi gli eventi saranno allestiti in Perugia presso l'Arena del Frontone ed avranno come protagonisti cantanti di fama internazionale, l'Orchestra Sinfonica di Miskolc (Ungheria) diretta dal Maestro Lorenzo Castriota Skanderbeg, gli artisti del Coro Lirico dell'Umbria diretti dal Maestro Sergio Briziarelli.

 In occasione del Gran Gala Lirico, alla grande soprano Antonietta Stella sarà conferita pubblicamente una alta onorificenza dall'Amministrazione Comunale di Perugia, Sua città natale, alla presenza di allievi della celebre artista. Gli spettacoli saranno replicati nelle città di Terni e Viterbo. Presto saranno disponibili le prenotazioni online, per le quali vi daremo puntuale comunicazione. Vi aspettiamo fin d’ora a queste gioiose ed emozionanti serate, che saranno il primo appuntamento per una ripresa in grande del nostro progetto di Stagione Lirica perugina. Perugia, 24 maggio 2021

 

       ASSOCIAZIONE AMICI DELLA LIRICA PERUGIA

06123 PERUGIA – via del Verzaro, 20 – Tel. e Fax 0755725257 – e-mail: amicidellaliricaperugia@gmail.com

www.amici

  

Circolare 7 - agosto 2021                                                        Perugia 11 agosto  2021

 

Cari amici,

         finalmente possiamo darvi notizie sulla programmazione di Firenze, che ci consentirà di riprendere la consuetudine di “andare all’opera”, la cosa che più ci è mancata in questi due anni.

Il rinnovo degli abbonamenti per quanti erano già abbonati per la stagione 20/21 e l’auspicabile acquisto di nuovi abbonamenti comporta un lavoro abbastanza gravoso per chi si occupa dell’operazione (in particolare Anna Maria Gargiulo, che non ringrazieremo mai abbastanza); la vostra collaborazione è fondamentale per facilitare tutte le operazioni.

Per prima cosa vi forniamo le informazioni sulla prossima stagione lirica

STAGIONE LIRICA – TURNO MATINÉE

 

DATA

ORA

LUOGO

SPETTACOLO

02/10 /2021

18

Teatro

LA TRAVIATA

21/11/2021

15,30

Teatro

FALSTAFF

02/01/2022

15,30

Auditorium*

FIDELIO

23/01/2022

15,30

Teatro

IL PIPISTRELLO di J. Strauss

06/02/2022

15,30

Auditorium*

Lo sposo di tre e marito di nessuna

di Cherubini

06/03 2022

15,30

Auditorium*

L’AMICO FRITZ di Mascagni

*Auditorium di prossima inaugurazione che potrà variare la sua capienza da 500 a 1000 spettatori. Non appena il teatro ci fornirà la pianta ve la invieremo

 

STAGIONE LIRICA – TURNO MATINÉE - PREZZI

Abbonamento: 15% in meno sul prezzo totale dei biglietti singoli

PLATEA 1

SETTORE A

920 €

PLATEA 2

SETTORE B

825 €

PLATEA 3

SETTORE C

645 €

PLATEA 4

SETTORE D

580 €

PALCHI A

SETTORE A

825 €

PALCHI B

SETTORE B

580 €

GALLERIA

SETTORE C

290 €

   Dovrebbe esserci uno sconto del 10% per un minimo di 10 abbonamenti

Il programma ci pare molto interessante nella sua varietà; il prezzo, superiore a quello degli anni scorsi, è ancora accettabile, se confrontato con quello di altri teatri.

I tempi per acquistare gli abbonamenti sono molto stretti, per cui vi invitiamo a farlo al più presto, dandone subito notizia ad Anna Maria Gargiulo (3498329138).

 Il rinnovo o il nuovo abbonamento (speriamo proprio che ce ne siano…) va fatto o alla Grifoviaggi o nella nostra sede, pagando la quota dell’abbonamento prescelto nei modi seguenti:

 - In contanti o con assegno alla Grifoviaggi o in sede;

 - Con bonifico all’associazione - Codice IBAN: IT 22 J 02008 03027 000029471127

 

 

Per quanto concerne gli SPETTACOLI NON EFFETTUATI la situazione è la seguente: dei nove spettacoli dell’abbonamento 2020-2021 tre ne abbiamo visti e uno ci è stato rimborsato; per gli altri cinque è possibile richiedere il rimborso o recuperarli nelle date che indichiamo nella tabella seguente.

 

TITOLO

MESE E GIORNO

ORA

Così fan tutte

Lunedì 30 agosto_ mercoledì 1 e venerdì 3 settembre

20.00

Linda di Chamounix

Domenica 3 ottobre

18.00

Rigoletto

Domenica 24 ottobre

15,30

Madama Butterfly

Domenica 12 dicembre

15.30

Otello - l’opera, verrà riprogrammata nel corso della stagione 2022/2023. I possessori di abbonamento o biglietto singolo possono conservare il titolo di accesso e utilizzarlo nelle date che verranno successivamente comunicate. Chi desiderasse invece ottenerne il rimborso può fare domanda in biglietteria.

PROPONIAMO DI CHIEDERE IL RIMBORSO PER I PRIMI DUE E L’ULTIMO, E CONSERVARE I BIGLIETTI PER ASSISTERE A RIGOLETTO E MADAMA BUTTERFLY. Di questi tre rimborsi può farsi carico l’associazione, come è stato fatto per lo spettacolo soppresso. In caso di rimborsi richiesti individualmente va seguita la procedura indicata sul sito del teatro.

Per procedere alle operazioni di rimborso è necessario  PORTARE I BIGLIETTI IN SEDE (resterà aperta mercoledì 18 e venerdì 20 agosto ore 10-12) O INVIARE LA SCANNERIZZAZIONE all’indirizzo amicidellaliricaperugia@gmail.com ENTRO venerdì  20 AGOSTO.

Ricordiamo che gli abbonati del 20/21 hanno già pagato alcuni viaggi.

 

Nella speranza di avere un bel numero di amici con cui condividere il piacere di “andare all’opera” vi salutiamo cordialmente 

Per il Consiglio Direttivo - la presidente

Carla Mantovani

 

ASSOCIAZIONE AMICI DELLA LIRICA PERUGIA

06123 PERUGIA – via del Verzaro, 20 – Tel. e Fax 0755725257 – e-mail: amicidellaliricaperugia@gmail.com

www.amicidellaliricaperugia.it

Per dare forza all’Associazione

ISCRIVETEVI e FATE ISCRIVERE I VOSTRI AMICI

Quote associative: annuali € 30; soci sostenitori: a partire da € 50; soci benemeriti: a partire da € 100;

giovani al di sotto di 30 anni € 15.

- con bollettino di c.c.p. 16843062 intestato a Associazione Amici della Lirica

  • con bonifico all’agenzia Unicredit di corso Vannucci - Codice IBAN: IT 22 J 02008 03027 000029471127

[chi usa questa modalità è pregato di inviarci via fax copia del bonifico, con i dati necessari per attivare l’iscrizione: indirizzo postale, numeri di telefono, eventuale indirizzo di posta elettronica]

- presso Grifoviaggi, via Marconi 51